Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Farmaco-resistenza da infezioni da stafilococco ST398 in Europa

Andare in basso

Farmaco-resistenza da infezioni da stafilococco ST398 in Europa Empty Farmaco-resistenza da infezioni da stafilococco ST398 in Europa

Messaggio Da Gex Mar 18 Ott - 6:26

Farmaco-resistenza da infezioni da stafilococco in Europa potrebbe segnare inizio di una nuova epidemia.

Flagstaff, Arizona

Un tipo relativamente nuovo di farmaco-resistenza agli Staphylococcus aureus potrebbe rappresentare la prossima epidemia batterica nel mondo, e' quanto sostiene un esperto di salute ambientale in una conferenza sulle problematiche della scienza.

Il superbatterio , chiamato meticillino-resistente Staphylococcus aureus ceppo 398, o MRSA ST398, è stato identificato in un bambino nei Paesi Bassi nel 1994 e risalire ai maiali della sua famiglia.

Ora, i ricercatori stanno iniziando a vedere le infezioni più gravi e alcuni dei casi non rivelano collegamento diretto per il bestiame, ha dichiarato Lance B. Price, direttore del Centro per la Microbiomics e la salute umana presso il Translational Genomics Research Institute (TGen), a Flagstaff.

"Il tasso delle infezioni umane da [ST398] è in aumento in Danimarca e nei Paesi Bassi", ha detto Price. "Stiamo solo osservando l'inizio di un'epidemia." Questo e' il suo commento durante una presentazione avvenuta nel corso del 49 ° incontro annuale in Science di New Horizons , organizzato dal Consiglio per l'Avanzamento della Scrittura della Scienza.

Il meccanismo di trasmissione nelle nuove ST398 in questi casi non è attualmente nota.

I ricercatori stanno prendendo in considerazione varie spiegazioni anche per cio che riguarda l' esposizione da uomo a uomo , o da carni contaminate o cambiamenti nell'organismo che rendono la diffusione più facile ha detto Price.
Già, ST398 è stato recentemente scoperto in circa la metà dei suini e degli agricoltori che sono stati testati in Iowa.

ST398 probabilmente e' iniziato come un ceppo associato su essere umano che era trattabile con meticillina, e' quanto e' stato ipotizzato in una recente analisi.

Le Pratiche di allevamento in seguito hanno permesso di diffondere il ceppo nel patrimonio zootecnico. La produzione di carne in tutto il mondo comporta l'uso di antibiotici salva-vita umani come misura preventiva o strumento di produzione per mantenere gli animali sani.

Tuttavia, questo determina una pressione selettiva sulla popolazione residua di batteri che resistono agli antibiotici , dando luogo a ceppi resistenti agli antibiotici.

E' quanto avvenuto con ST398, che probabilmente ha portato a ceppi farmaco-resistenti, e che sono venuti in contatto con esseri umani attraverso il contatto con il bestiame.

"E 'un ciclo piuttosto triste in realtà", ha detto Price.

Le infezioni da S. aureus possono causare infezioni cutanee e dei tessuti molli, infezioni delle vie respiratorie come la polmonite, batteriemia (presenza di batteri nel sangue) e di endocardite (infiammazione del cuore interno). Fino a quando l'uso di antibiotici nel mondo sviluppato si diffuse nel 1940, queste infezioni sono spesso fatali.

Un aumento di batteri resistenti agli antibiotici negli ultimi due decenni, significa che la porta è aperta ad un ritorno ad uno scenario terribile per la medicina che ha prevalso quasi un secolo fa. Infatti, anche oggi, il batterio meticillino-resistente S. aureus uccide più persone negli Stati Uniti che l'HIV.

Su scala industriale le pratiche agricole del bestiame sono spesso il colpevole nella proliferazione di ceppi resistenti agli antibiotici dei batteri.

Ci sono 9 miliardi di animali bestiame negli Stati Uniti (per lo più polli da carne) e 29 milioni di chili di antibiotici attivi sono somministrati agli animali attraverso il cibo in questo paese ogni anno.

Gli animali sono allevati in ambienti affollati e, forse molto sporchi.

Il risultato è una industria della carne redditizio che rende questo alimento alla portata di gran parte della popolazione della nazione (ad un significativo, a lungo termine dei costi ambientali quando la scalata fino ai livelli attuali), ma anche uno dei sistemi più efficaci per l'evoluzione e la trasmissione di ceppi di batteri resistenti agli antibiotico che un ingegnere possa escogitare. Questi ceppi persistono su carcasse di animali e poi passano agli esseri umani attraverso la carne che acquistiamo e mangiamo.

Il tipico "gold standard" per distinguere ceppi batterici è chiamato multi-locus digitando la sequenza, ma i ceppi di ST398 sembrano tutti uguali attraverso questo approccio.
L' intero sequenziamento del genoma ha permesso a ricercatori come Price ed il suo mentore Paul Keim, un microbiologo della Northern Arizona University, e direttore della divisione di patogeni Genomics a TGen, di ottenere le "impronte digitali" dei ceppi di tutti i tipi di microbi negli ultimi 10 anni, incluso l'antrace e il colera, per poterli distinguere.

Per il ST398, Price e la sua squadra hanno sequenziato tutti i 2,9 milioni le basi per un totale di 50 volte in 88 ceppi isolati da tutto il mondo. Con la ricerca di piccole variazioni nei ceppi, chiamati polimorfismi a singolo nucleotide, i ricercatori sono stati in grado di creare un albero filogenetico per vedere quali ceppi sono stati più ancestrali e quali lo sono stati meno, o per lo più "derivati".

Questa analisi, che ha rivelato che ST398 e' nato negli esseri umani, potrebbe contribuire a futuri sforzi per gestire una epidemia più grave in quello che alcuni studiosi chiamano l' "pera ost-antibiotico ."

All'inizio di quest'anno, Price ei suoi colleghi hanno pubblicato una ricerca nella Clinica Malattie Infettive di uno studio nazionale di carne nei negozi di alimentari e ha scoperto che quasi la metà dei polli statunitensi, manzo e maiale campioni sono stati contaminati con S. aureus e più della metà di quei batteri sono risultati resistenti a tre classi di antibiotici.

Quasi tre quarti dei campioni di Turchia sono risultati contaminati.

Pochissimi di noi hanno un contatto diretto con animali trattati con antibiotico (la maggior parte del bestiame degli Stati Uniti subisce questo trattamento), ma quasi tutti noi, anche i vegetariani, possono entrare in contatto con i batteri attraverso la carne.

La Cottura uccide la maggior parte degli S. aureus ma la manipolazione degli alimenti e la contaminazione incrociata può ancora permettere di infettarci.

"Bisogna fare qualcosa per questo," , aggiungendo che la resistenza agli antibiotici nei batteri diversi, non solo lo S. aureus , è una delle più grandi minacce alla salute pubblica che abbiamo di fronte oggi.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Gex
Gex
Admin

Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 20.12.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.