Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Frammento proteico costruito blocca l'entrata dell'HIV

Andare in basso

Frammento proteico costruito blocca l'entrata dell'HIV Empty Frammento proteico costruito blocca l'entrata dell'HIV

Messaggio Da Rafael Lun 4 Apr - 16:57

Frammento proteico ricostruito in laboratorio blocca l'entrata del virus dell'AIDS nelle cellule.

In quello che potrebbe essere un potenziale passo avanti nella battaglia contro l'AIDS ed un maggior sviluppo nel progetto razionale di nuovi farmaci, gli scienziati hanno costruito una nuova proteina che impedisce al virus di entrare nelle cellule.
Questa proteina e' basata su una proteina naturale presente nel corpo che protegge le cellule dai virus, eccetto che nella versione progettata non causa infiammazione ed altri effetti collaterali ai dosaggi necessari per inibire l'AIDS.

Questa scoperta e' stata pubblicata sul numero di aprile di FASEB Journal

"Questa e' fantascienza diventata realta'. Questi ricercatori hanno preso una proteina e hanno rimosso la porzione che causa danno, poi hanno stabilizzato e modificato la sezioneche ha un effetto terapeutico" ha detto Gerald Weissmann, M.D. editore del The FASEB Journal "Non solo questa e' una buona notizia per la gente con AIDS, me e' una buona notizia per tutti noi perche' questa ricerca apre la strada per molte , molte altre malattie."

Il frammento proteico e' basato su una proteina naturale chiamata RANTES, che e' parte del sistemma immunitario del corpo. RANTES difende naturalmente il corpo contro l'HIV/AIDS ma non puo' essere usata come farmaco o farmaco candidato perche' ha numerosi altri effetti biologici che potrebbero causare una dannosa infiammazione. Dopo aver esaminato la precisa struttura molecolare della proteina RANTES, i ricercatori hanno scoperto che solo un piccolo frammento della proteina e' attualmente responsabile di impedire l'entrata dell'HIV nelle cellule. Da qui, hanno separato la sezione desiderata della proteina RANTES e hanno lavorato per stabilizzarla senza compromettere i suoi effetti protettivi.

Dopo numerosi passi sequenziali di raffinazione molecolare, e alcuni rimodellamenti virtuali, i ricercatori hanno ricreato un peptide con molto alto potenziale contro l'HIV , con possibili benefici nel trattamento delle mallattie infiammatorie quali artrite e lupus , come pure la prevenzione del rigetto di trapianti.

"Siamo finalmente in grado di progettare farmaci anti HIV intelligenti diretti al giusto bersaglio. Questo perche' gli scienziati hanno trascorso decadi studiando i dettagli molecolari di come il virus entra nelle cellule e le esatte strutture coinvolte."ha aggiunto Weissmann" Come gli scultori del Rinascimento hanno scritto arte dal marmo crudo, gli ingegneri molecolari di oggi...usano progetti intelligenti per creare capolavori chimici per salvare vite."

Rafael
Rafael

Messaggi : 814
Data d'iscrizione : 21.12.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.