Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Elevati livelli di colesterolo nei bambini che assumono inibitori di proteasi

Andare in basso

Elevati livelli di colesterolo nei bambini che assumono inibitori di proteasi Empty Elevati livelli di colesterolo nei bambini che assumono inibitori di proteasi

Messaggio Da Gex Lun 21 Nov - 22:33

Il primo studio del NIH a dimostrare effetto in questa fascia di età, a lungo termine di significato non noto
in cui viene evidenziato che i Bambini che ricevono farmaci anti-HIV hanno livelli di colesterolo più elevati, in media, rispetto ai loro coetanei che non hanno l'HIV, secondo i ricercatori del National Institutes of Health e le altre istituzioni.

I ricercatori hanno scoperto che i livelli di colesterolo tendono ad essere più alta tra i bambini che hanno ricevuto un certo tipo di farmaci - quelli noti come inibitori della proteasi . La lettura dei valori di colesterolo in media di questo gruppo è stato 169 milligrammi per decilitro di sangue (mg / dL), rispetto ai 152 mg / dL per i bambini su altri farmaci antiretrovirali e 147 mg / dL per i bambini della stessa età che non hanno l'HIV. Al contrario, i bambini sieropositivi che non erano in cura avevano livelli di colesterolo relativamente basso, 122 mg / dl, in media.

Inoltre, il 10,8 per cento dei bambini sieropositivi - che sono due volte la percentuale di bambini senza HIV - avevano livelli di colesterolo superiori a 200 mg / dL. Questo livello è considerato borderline ad alto rischio per sviluppare malattie cardiache.

Lo studio compare nella rivista AIDS.

I risultati corrispondono con gli studi precedenti che mostrano che gli adulti e i bambini più grandi che assumono inibitori della proteasi hanno anche alti livelli di colesterolo. Tuttavia, questo studio è il primo a riguardare bambini tra i 12 ai 23 mesi di età, secondo l'autore principale, Rohan Hazra, MD, del Ramo Pediatrico, adolescenti e materno con AIDS del Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health e lo Sviluppo Umano (NICHD), l'istituto NIH che ha intrapreso lo studio.

"E 'probabile che questi bambini dovranno assumere farmaci antiretrovirali per tutta la vita," il Dott. Hazra detto. "Le nostre scoperte suggeriscono che sarebbe una buona idea per i bambini che assumevano inibitori della proteasi monitorate periodicamente il loro colesterolo per determinare se si trovano ad affrontare un rischio maggiore di malattie cardiache man mano che invecchiano".

Lo studio è stato condotto in cinque paesi dell'America Latina e dei Caraibi come parte del NICHD Development Initiative del sito internazionale (NISDI) , che sostiene una ricerca sull' HIV pediatrico attraverso una rete di istituzioni.

Altri autori dello studio sono stati Rachel A. Cohen, MPH, e René Gonin, Ph.D., di Westat, Inc., a Rockville, Maryland, Jacqueline Pontes Monteiro, Ph.D., dell'Università di San Paolo, Christina B. Hofer, MD, Ph.D., dell'Università Federale di Rio de Janeiro e Marinella Della Negra, MD, Ph.D., della Ribas Emilio Istituto di Malattie Infettive, tutti in Brasile; Noris Pavia Ruz, MD , M.Sc., dell'Ospedale Federico Gomez bambini del Messico, e gli altri membri del Gruppo di Studio Pediatrico NISDI.

Per condurre lo studio, i ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di 764 bambini, i quali erano stati esposti al virus HIV nel grembo materno. Di questi, 83 sono stati infettati con il virus.

I bambini hanno ricevuto periodici esami fisici, in cui il loro stato di sieropositività è stata periodicamente valutatoe come erano i loro livelli di colesterolo ed i livelli di trigliceridi , altra sostanza grassa nel sangue. Alti livelli di trigliceridi sono anche associati a malattie cardiache.

Il Cinquantanove per cento dei bambini sieropositivi stavano ricevendo la terapia farmacologica durante il periodo dello studio.
Nel 2010, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha emesso nuove linee guida raccomandano il trattamento per tutti i bambini infetti a meno di 2 anni.

"A causa delle nuove linee guida, possiamo aspettarci che il numero di bambini con infezione da HIV in trattamento per l'HIV crescera' rapidamente", ha detto il dottor Hazra. "La ricerca futura dovra' determinare se ci sono eventuali effetti cardiovascolari a lungo termine del trattamento e se gli interventi per ridurre i livelli di colesterolo elevati sono necessari per questa fascia d'età".

I ricercatori hanno confrontato le misurazioni di colesterolo e trigliceridi tra quattro gruppi:

Bambini HIV-negativi
Bambini sieropositivi non in terapia con farmaci
Bambini sieropositivi sottoposti a terapia antiretrovirale con inibitori della proteasi
Bambini sieropositivi riceve altri tipi di terapia antiretrovirale

Con gli adulti e i bambini più grandi, le misurazioni di colesterolo e trigliceridi di solito vengono prese dopo 9-12-ore di digiuno. I bambini in questo studio non hanno fretta. Tuttavia, ha spiegato il dottor Hazra, le letture di colesterolo e trigliceridi del gruppo che non avevano l'HIV ha fornito una efficace base di partenza per confrontare le letture del colesterolo degli altri gruppi.

I livelli di colesterolo tra i bambini sieropositivi che non erano sotto farmaci tendono ad essere sotto il livello del 50 percentile dei loro coetanei non infetti. Tuttavia, i livelli di colesterolo nei bambini in terapia tendono ad essere al di sopra del livello del 50 percento dei loro coetanei non infetti.

Tra i bambini in terapia con inibitori della proteasi, il numero di bambini con livelli di colesterolo al di sopra era del 95 ° percento ed è stato notevole.

Inoltre, i bambini che assumono inibitori della proteasi ha il più alto livello di trigliceridi media (211,0 mg / dL). Bambini che assumono altri tipi di farmaci anti-HIV ha un livello medio di trigliceridi di 106,8 mg / dl, e quelli non di prendere qualsiasi farmaci anti-HIV, un livello di trigliceridi media di 139,4 mg / dL.

Il processo di avere pazienti che forniscono prima i campioni di sangue permette anche una lettura più accurata dei due tipi principali di colesterolo: lipoproteine a bassa densità, alti livelli di cui sono associati con la malattia di cuore, e lipoproteine ad alta densità, anche talvolta indicato come colesterolo " buono " e alti livelli dei quali sono considerati protettivi contro le malattie cardiache.

Nei bambini dello studio, pero' non è stato possibile conoscere il loro rapporto di bassa densità di lipoproteine ad alta densità, il dottor Hazra ha spiegato. E Ha aggiunto inoltre che gli studi dei bambini più grandi e gli adulti hanno trovato che il trattamento con farmaci anti-HIV tendono a provocare alti livelli di lipoproteine a bassa densità, e livelli normali o bassi di lipoproteine ad alta densità.

Informazioni sul Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health e lo Sviluppo Umano (NICHD): La ricerca NICHD sponsor sullo sviluppo, prima e dopo la nascita, la salute materna, infantile e della famiglia; biologia riproduttiva, questioni demografiche, e la riabilitazione medica. Per ulteriori informazioni, visitare il sito web dell'Istituto all'indirizzo [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] .

Informazioni sul National Institutes of Health (NIH): NIH, agenzia di ricerca medica della nazione, comprende 27 istituti e centri ed è una componente del US Department of Health and Human Services. NIH è la principale agenzia federale conduzione e di supporto di base, clinica e traslazionale ricerca medica, e sta indagando sulle cause, i trattamenti e le cure sia per malattie comuni e rare. Per ulteriori informazioni su NIH e sui suoi programmi, visitare [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] .
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Gex
Gex
Admin

Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 20.12.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.