Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Interessanti risultati per la cura dell' Aids

Andare in basso

Interessanti risultati per la cura dell' Aids Empty Interessanti risultati per la cura dell' Aids

Messaggio Da Gex Gio 6 Ott - 21:09

Interessanti risultati per la cura dell' Aids

L'Università degli studi di Siena e Leuven contro il virus dell'HIV

Nuove prospettive nella realizzazione di tecniche e farmaci per combattere la diffusione del virus




Professor Botta (Foto Lazzeroni)

Firenze 5 ottobre 2011 - Importanti risultati sono stati raggiunti nelle ricerche condotte dall'Universita' di Siena e dall'Universita' belga di Leuven, partner nel VII Programma Quadro della Comunita' Europea. L'esito delle osservazioni effettuate all'interno di qesto programma saranno presentate al 4th ICRI - International Conference on Retroviral Integration, un convegno di importanza internazionale sulla cura dell'aids. Appuntamento che presenterà, da ieri fino al 7 ottobre, i migliori 150 risultati riguardanti la cura del virus.

Maurizio Botta, membro del comitato organizzatore dell'evento e preside della facolta' di Farmacia dell'Universita' di Siena, spiega come gli studi qui condotti si basino sull'integrasi " una particolare proteina che entra nel nucleo e integra il dna virale col dna della cellula. Per impedire l'integrazione sono necessarie nuove molecole in grado di inibire l'attivita' di questo enzima attraverso la creazione di nuovi farmaci che bloccano cosi' il ciclo vitale dell'Hiv".

Il professor Zegher, dell'Università di Leuven, ha invece individuato un nuovo bersaglio nella produzione di farmaci contro l'HIV, la proteina Ledgf. Questa agisce come cofattore dell'integrasi, facilitandone l'ancoraggio alla cromatina.

Importanti sono le novità in ambito farmaceutico che verranno presentate al 4th ICRI anche se, come spiega il professor Botta, si è ancora lontani da una possibile soluzione perchè "uno dei grandi problemi nella cura dell'Aids e' l'emergenza di ceppi virali resistenti ai farmaci che si utilizzano. Inoltre - continua il professor Botta - " aumentano i casi di contagio perche' la gente e' tornata ad avere rapporti senza precauzioni''.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Gex
Gex
Admin

Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 20.12.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.