Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

la ricerca...della normalità

5 partecipanti

Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty la ricerca...della normalità

Messaggio Da gattoni Lun 28 Mar - 19:45

Da ragazzo pensavo che vivere una vita normale mi avrebbe portato ad avere un'esistenza mediocre, e incapace di gratificarmi.
Ora mi ritrovo a ricercare la normalità, a cavalcare l'onda dei rapporti personali "siero-discordanti" per gratificare questa mia necessità, ovviamente senza nulla dire alle persone che frequento. Mi accontento anche solo dell'aspetto "platonico" di una relazione, pur di salvaguardare
lo status quo. Secondo voi è vigliaccheria o semplice voglia di normalità? o un mix indistricabile che mi tratterrà nel limbo "platonico" delle relazioni per anni senza portare mai a nulla di costruttivo? o altro?

Si accettano suggerimenti...


gattoni
gattoni

Messaggi : 437
Data d'iscrizione : 21.12.10
Località : Havana

Torna in alto Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty Re: la ricerca...della normalità

Messaggio Da Ospite Lun 28 Mar - 20:03

E' solo che ancora non c'hai fatto l'occhio!
Piano piano imparerai a riconoscere le persone delle quali ti puoi fidare e con le quali confidarti...ovviamente dovrai rischiare. Pero' per imparare devi accettare l'idea che in alcuni casi sbaglierai ma come si dice: chi non risica...non risica! (Mi sento un po Bitta)Very Happy

Il ricercare persone S- per me e' normalissimo, considero piu' strano il ricercare quelli "come noi"...in quel caso ci autoghettizziamo.

Comunque per la mia esperienza, difficilmente trovi chi non capisce la situazione, noi sappiamo riconoscere chi abbiamo davanti ormai!

I rapporti rimarranno platonici solo fino a che TU lo vorrai...

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty Re: la ricerca...della normalità

Messaggio Da Gex Lun 28 Mar - 20:47

Penso che essere sinceri sia la cosa piu giusta e saggia per porre le basi di un rapporto duraturo e magari di una vita sotto lo stesso tetto..
Pero' prima di dirlo, frequentala un po', insomma cerca di capire chi hai di fronte. Fai in modo che anche lei capisca tu chi sei..
Trovo inutile dirlo subito al primo appuntamento, la faresti solo scappare..
Gex
Gex
Admin

Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 20.12.10

Torna in alto Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty Re: la ricerca...della normalità

Messaggio Da silvana Ven 1 Apr - 12:57

Di mio sono una persona piuttosto solitaria,mi bastano(e mi avanzano!) i rapporti sociali derivanti dal mio...non lavoro Wink ...la sera,quando torno a casa,tiro un sospiro di sollievo:abito in cima ad una collina,il mio vicino più prossimo vive a 700 metri di distanza ed i disagi sono molti...ma quando mi affaccio alla porta,vedo le montagne e nient'altro...è come se il mondo fosse solo mio!
Ogni tanto ho sentito la necessità di "aprirmi al mondo",di frequentare altre persone(positive,negative,non ha importanza...) ed ogni volta che ho ceduto a ques'impulso,poi me ne sono pentita amaramente...
"Semplice voglia di normalità"?...può darsi...pare che l'essere umano sia un animale sociale,che abbia necessità di confrontarsi con "l'altro da sè"...ma è anche vero che chi ha una patologia come l'hiv,inizialmente tenda ad isolarsi,a considerarsi un "untore" ...
Forse stai entrando in quella che in tecnica infermieristica viene considerata la terza fase,quella dell'accettazione della malattia e non sei più così concentrato su te stesso ma hai (di nuovo?) la consapevolezza che esiste "altro da te" e dalla nostra patologia.

Ps io da ragazza volevo una vita mediocre Smile

silvana

Messaggi : 90
Data d'iscrizione : 13.01.11
Età : 59
Località : calabria

Torna in alto Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty Re: la ricerca...della normalità

Messaggio Da gattoni Ven 1 Apr - 17:02

ragazzi leggendo i vs interventi vd che ognuno vive momenti diversi della malattia (e naturalmente anche della propria vita) e per il momento ho deciso di continuare con un'amicizia ,adesso a me interessa molto l'aspetto sociale, dopo essermi riparato, un pò come silvana sui monti (virtuali) della mia camera, e avendo passato un inverno con malanni ricorrenti, l'unica cosa che voglio ora è uscire e stare bene in compagnia. Magari sarò impatanato in qualche fase della malattia, ma voglio vivere prima di tutto.
gattoni
gattoni

Messaggi : 437
Data d'iscrizione : 21.12.10
Località : Havana

Torna in alto Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty Re: la ricerca...della normalità

Messaggio Da Vally Ven 1 Apr - 20:05

Io personalmente.. che sono all'inizio del mio percorso, con questa malattia, noto che faccio molta fatica ad avere contatti con i miei amici... come dicevo l'altra volta, continua a frullarmi in testa "e se lo sapessero?".. questo mi blocca molto e spesso mi trovo a disdire gli appuntamenti inventando scuse...
questa sera dovevo rivedere il mio migliore amico, siamo stati un anno senza vederci e parlandoci pochissimo, per via della sua compagna.. sinceramente dopo lo spavento per il mio amore, non me la sentivo di vederlo.. così molto sinceramente gli ho detto che mi è stata trovata una malattia di cui per ora non mi sento di parlare e che oggi avevo ricevuto l'ennesima batosta, quindi mi scusavo ma non ce la facevo a vedere gente che non fosse la mia famiglia..
lui non è stupido.. non esistono molte malattie di cui una persona non vuole parlare... soprattutto sa di quell'episodio e conosce quella persona... mi ha detto "così mi lasci preoccupato, comunque capisco come vanno queste cose e se è una cosa così personale da non riuscire a parlarmene, per me va bene così.. parleremo la prossima volta che ci vediamo".......
qualche anno fa, lui sarebbe stato la prima persona a cui l'avrei detto.. l'unico che poteva capirmi e mantenere il segreto..
ora, però, c'è lei.. lol ha cambiato sotto molti aspetti e non so se potrò parlargliene.. comunque io la normalità, fortunatamente riesco a ritrovarla e a crearla nell'intimo della mia famiglia e con il mio compagno...
Silvana, anche io abito in mezzo alle montagne... dalla mia finestra non si vede nient'altro che un enorme prato verde circondato da montagne e boschi Smile ci sono molti disagi, come hai detto tu... ma è come se fosse un rifugio per me, lontano da occhi indiscreti...
Vally
Vally

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 18.03.11
Età : 35
Località : verbano-cusio-ossola

Torna in alto Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty Re: la ricerca...della normalità

Messaggio Da freddy65 Mar 5 Apr - 16:54

gattoni ha scritto:ragazzi leggendo i vs interventi vd che ognuno vive momenti diversi della malattia (e naturalmente anche della propria vita) e per il momento ho deciso di continuare con un'amicizia ,adesso a me interessa molto l'aspetto sociale, dopo essermi riparato, un pò come silvana sui monti (virtuali) della mia camera, e avendo passato un inverno con malanni ricorrenti, l'unica cosa che voglio ora è uscire e stare bene in compagnia. Magari sarò impatanato in qualche fase della malattia, ma voglio vivere prima di tutto.

Se è quello che ti senti, allora va bene così. Personalmente credo che nei rapporti sociali e personali quello che conti sia "il sentirsi bene", l'essere a proprio agio e soprattutto sentirsi appagati.

Se poi verrà fuori qualcosa d'altro o ti sentirai di voler spingere l'amicizia più in là vorrà solo dire che è il momento di farlo!

Freddy
freddy65
freddy65

Messaggi : 383
Data d'iscrizione : 21.12.10

Torna in alto Andare in basso

la ricerca...della normalità Empty Re: la ricerca...della normalità

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.