Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Janssen, accordo per anticorpi monoclonali bispecifici

Andare in basso

Janssen, accordo per anticorpi monoclonali bispecifici Empty Janssen, accordo per anticorpi monoclonali bispecifici

Messaggio Da Gex Mar 31 Lug - 21:39

Janssen Biotech ha annunciato che collaborerà con l’azienda biotecnologica Genmab allo scopo di identificare e sviluppare anticorpi bispecifici attivi contemporaneamente su diversi target terapeutici per il trattamento di differenti patologie. In base all’accordo Janssen pagherà subito alla società danese 3,5 milioni di dollari più altre possibili somme al raggiungimento di determinate milestones e pagamenti di licenza valutati 175 milioni di dollari.

Janssen finanzierà la ricerca su molecole identificate da Genmab. Le malattie sulle quali si focalizzerà la ricerca non sono state rese note. Comunque, solitamente Genmab utilizza la sua piattaforma informatica per la ricerca e lo sviluppo di farmaci anti-cancro, malattie autoimmuni, infezioni e disordini del sistema nervoso centrale.

Genmab è l’azienda che ha introdotto l’anticorpo monoclonale ofatumumab, approvato nel 2009 dall’Fda per il trattamento della leucemia linfatica cronica.

Un anticorpo monoclonale bispecifico o BsMAb o BsAb è una proteina artificiale che è composta da frammenti di due diversi anticorpi monoclonali, questo le permette di legarsi contemporaneamente a due diversi tipi di antigene.
Questo approccio terapeutico trova applicazione nell'immunoterapia dei tumori, dove vengono costruiti BsMAb che, contemporaneamente, si legano ad un citotossico cellulare (usando un recettore come il CD3) e l'obiettivo terapeutico, le cellule tumorali da distruggere.

Due dei paratopi che formano la testa dei domini variabili, possono essere diretti, uno verso un antigene tumorale, l'altro contro l'antigene di un linfocita T come il CD3. Inoltre, nel caso di un anticorpo trifunzionale, la regione Fc si lega anche ad una cellula che esprime, o i recettori Fc, come un macrofago o una cellula natural killer o di una cellula dendritica.
In sintesi, la cellula tumorale è collegata ad una o due cellule del sistema immunitario, per essere successivamente distrutta.

Genmab ha sviluppato una propria piattaforma, chiamata DuoBody Platform, per la ricerca e lo sviluppo di anticorpi bispecifici in grado di migliorare la terapia del cancro, delle malattie autoimmuni, delle infezioni e dei disordini del sistema nervoso centrale.

Gli anticorpi bi specifici sviluppati da Genmab sono in grado di combinare i benefici della bi specificità e degli anticorpi convenzionali. Questa caratteristica permette a queste molecole di essere somministrate e dosate come i normali anticorpi monoclonali terapeutici. DuoBody permette di sviluppare anticorpi bi specifici con facilità e su larga scala.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Gex
Gex
Admin

Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 20.12.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.