Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Proteina HIV si rivela bersaglio per vaccino

Andare in basso

Proteina HIV si rivela bersaglio per vaccino Empty Proteina HIV si rivela bersaglio per vaccino

Messaggio Da Rafael Sab 2 Apr - 0:04

Uno studio internazionale guidato da uno scienziato dell' UC Davis descrive come un componente di un potenziale vaccino HIV si apre come un fiore, sottoponendosi ad uno dei piu' drammatici riarrangiamenti proteici mai visti in natura. La scoperta potrebbe rivelare nuovi obiettivi per vaccini per impedire l'infezione HIV e l'AIDS.Un'articolo che descrive il lavoro e' stato pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences.

Nello studio i ricercatori di USA, Svezia e Francia hanno esplorato la struttura ed il comportamento del complesso proteico dell'involucro dell'HIV, che potrebbe potenzialmente servire come componente di un vaccino destinato a spingere il sistema immunitario umano a generare anticorpi contro l'HIV.

"Aprendo queste regioni meno esposte, potremmo essere in grado di far crescere anticorpi contro l'HIV piu' diffusamente reattivi" ha detto R. Holland Cheng, professore di biologia molecolare e cellulare all'UC davis e autore senior dello studio.

L'HIV infetta un tipo di leucociti chiamati cellule T CD4 , indebolendo il sistema immunitario e conducendo all'AIDS. L'HIV attacca queste cellule attraverso il complesso proteico dell'involucro, che e' formato da tre proteine gp120 e tre proteine gp41.

Dapprima, la proteina gp120 si attacca alla proteina CD4 sulla membrana della cellula vittima. Quindi usa gp41 per fare un buco attraverso la membrana.

Lo studente laureato Carlos Moscoso del UC Davis e lo scienziato Li Xing che lavorano nel laboratorio di Cheng, hanno usato il microscopio crioelettronico per studiare la struttura del complesso e come cambia quando viene esposto ad un pezzo della proteina CD4. Un microscopio crioelettronico, mostra immagini tridimensionali delle strutture del complesso proteico da campioni congelati in nitrogeno liquido.

Essi hanno scoperto che quando il complesso proteico HIV si attacca ad una proteina CD4, ruota e si appiattisce esponendo di piu' le proteine gp41 nel mezzo- probabilmente per permettere che la proteine gp41 si avvicini alla membrana della cellula in modo da bloccarla.

Esso potenzialmente espone anche un'area del virus che sarebbe vulnerabile ad attacchi da parte del sistema immunitario, ha detto Chang.Se una persona fosse vaccinata e avesse anticorpi per tale regione della proteina, potrebbero essere in grado di fermare il virus al momento di invadere la cellula CD4.

La stessa proteina gp120 varia considerevolmente nei vari ceppi, cosicche' e' stato difficile fare un vaccino efficace contro di essa. Ma queste regioni proteiche nascoste variano meno fra i differenti ceppi di HIV.

Il gruppo di Cheng e' parte dell'HIV Research and Design consortium formato da National Institutes of Health per ottenere nuovi obiettivi per vaccini HIV. In un futuro lavoro, il consorzio progetta di testare potenti anticorpi di gente sieropositiva che sono sopravvissuti senza sviluppare AIDS per vedere se gli anticorpi riconoscono i nuovi bersagli di un potenziale vaccino.
Rafael
Rafael

Messaggi : 814
Data d'iscrizione : 21.12.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.