Forum Hiv
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

AIDS, un futuro vaccino deve risolvere tre insidie dell’HIV

Andare in basso

AIDS, un futuro vaccino deve risolvere tre insidie dell’HIV Empty AIDS, un futuro vaccino deve risolvere tre insidie dell’HIV

Messaggio Da Gex il Mer 25 Lug - 21:59

Al quarto giorno della conferenza sull’AIDS a Washington, ci si è focalizzati sui progressi che sono stati fatti per lo sviluppo di un vaccino. Ache se ci sono passi avanti, i ricercatori concordano nel dire che manca ancora qualche passo fondamentale per creare un vaccino universale contro il virus HIV. A trenta anni dai primi tentativi di sviluppare un vaccino contro il virus dell’AIDS, gli scienziati dicono però di avere una maggiore comprensione sul lavoro che resta da fare e soprattutto dell’avversario da sconfiggere.

I ricercatori non si aspettano di avere un vaccino efficace ancora per alcuni anni a venire, ha detto Anthony Fauci, direttore del National Institutes of Allergy and Infectious Diseases.

Eppure, le recenti scoperte di una serie di “Talloni di Achille” sulla superficie del virus hanno rinvigorito le speranze di poter creare quella che potrebbe rivelarsi la più potente di tutte le armi per prevenire e controllare la malattia, dice Bart Haynes, della Duke University.

“Sappiamo il volto del nemico ora”, ha detto Haynes, che ha presentato la sua ricerca mercoledì presso la conferenza internazionale che si trova ormai al quarto giorno a Washington. “Abbiamo alcuni indizi reali su come affrontare il problema,” ha detto Haynes.

Il miglior vaccino sviluppato fino ad ora è stato testato in un trial del 2009 in Thailandia, ed ha impedito circa il 30% delle infezioni, ha ricordato Fauci. Anche se questi risultati sono stati incoraggianti, il vaccino chiaramente non è abbastanza efficace per un utilizzo diffuso.

Il progresso verso un vaccino è lento, ha detto Haynes, perché il virus dell’AIDS è diverso da qualsiasi avversario che gli scienziati abbiano mai affrontato prima. Ci sono tre sfide chiave telaio che vanno infatti superate.

In primo luogo, a differenza dei virus che causano la poliomielite o il vaiolo, l’HIV è un retrovirus. Quindi l’HIV non si limita a infettare il corpo, ma in realtà si inserisce nel genoma di una cellula o in un insieme di geni.

“Un vaccino contro l’HIV deve assolutamente impedire l’infezione”, continua Haynes. “Una volta che l’infezione si verifica, poiché parti del virus si inseriscono nel genoma, il sistema immunitario non riesce a debellarlo completamente.”

In secondo luogo, l’HIV è in costante mutamento. Anche se il corpo cerca di difendersi, non può tenere il passo con il ritmo frenetico delle mutazioni dell’HIV. La lotta del corpo per creare anticorpi contro l’HIV diventa una lotta impari, perché l’HIV è in grado di stare al passo di qualsiasi anticorpo che il nostro sistema immunitario riesce a creare contro di essa.

Un vaccino efficace, suggerisce Haynes, dovrebbe stimolare l’organismo a produrre anticorpi “ampiamente neutralizzanti” che dovrebbero spegnere l’HIV qualunque siano le sue mutazioni.

Gli scienziati negli ultimi due anni hanno scoperto alcuni potenziali punti deboli sul virus dell’AIDS, che non sembrano cambiare, anche se il virus muta, dice Haynes. I ricercatori sperano ora di creare nuovi vaccini per poter riconoscere e attaccare queste aree.

Gli scienziati hanno scoperto che poche persone affette da HIV, naturalmente creano questi super-anticorpi, anche se appaiono troppo tardi nella malattia e in pratica non li salvano dalla sua progressione. I ricercatori sperano di riuscire a far produrre questi anticorpi nel corpo dei pazienti prima che l’infezione possa avvenire.

Ma un terzo aspetto del virus HIV che rende il vaccino ancora più difficile è che l’HIV ha trovato il modo di rendersi invisibile, confondendo il sistema immunitario. Creare anticorpi per un virus che non viene riconosciuto come nemico rischia di confondere il nostro sistema immunitario, facendogli distruggere proprio gli anticorpi che potrebbero proteggerlo da una possibile infezione.


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Gex
Gex
Admin

Messaggi : 2565
Data d'iscrizione : 20.12.10

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.